dicembre 2009

Le autoironie dei Tg nostrani

Oggi ero dai miei a pranzo e per caso la scatoletta a tubo catodico è finito su un TG... uno a caso, sono quasi tutti uguali...
Prima di cambiare per ascoltare qualcosa di più culturale (che per fortuna esiste), ho fatto in tempo a sentire che parlavano dell'informazione di regime in Iran, di quello che faccia vedere (e quindi nasconda) il tg nazionale e della realtà mostrata dai video liberi sui blog.
Facevano proprio vedere che l'informazione è manipolata e in sostanza "meno male che c'è internet".

DOCUMENTO internazionale anti ACTA

Agire SUBITO contro l'Accordo commerciale anti-contraffazione (ACTA)!

Ai Membri dei Partiti Pirata,

I negoziati sul trattato ACTA [1] stanno andando avanti. Le parti coinvolte, tra cui si possono trovare le maggiori potenze commerciali del mondo, vogliono ottenere un trattato commerciale valido su scala mondiale quanto prima possibile nel 2010.

Le leggi per la Rete di STEFANO RODOTÀ

Le leggi per la Rete di STEFANO RODOTÀ ![immagine][immagine]

L'ITALIA ha scoperto la Rete. Appena ieri era divenuta evidente per tutti la forza di Internet quando proprio da lì era partita l'iniziativa che era riuscita a portare in piazza un milione di persone per il "No B Day".

Luci e ombre dell'aggressione al Premier rimbalzata in rete

In questi giorni non si fa altro che parlare dell'aggressione subita dal Presidente del Consiglio, e ,per quello che ci interessa, di come la Rete italiana ha reagito, soprattutto su Facebook uno dei social media più in voga e controversi.

Manifesto Internazionale dei Pirati

Quella che segue è la traduzione in lingua italiana delle bozze del Programma dei Pirati, pubblicate su http://int.piratenpartei.de/Category:Pirate_Manifesto. La traduzione è stata realizzata cercando di seguire quanto più fedelmente possibile la versione originale del testo. Titolo originale: “Pirate Manifesto” (Draft A, B and C). Traduzione a cura di Marco Confalonieri e Daniele Masini, membri del Partito Pirata Italiano.

Programma dei Pirati

Versione 2009.12.15 del 15-Dic-2009

Preambolo

Lo scopo dichiarato della democrazia è che il governo rappresenti il popolo. Quando un governo non rappresenta il popolo, ma soltanto una specifica sottoclasse, non si tratta di democrazia, ma di aristocrazia. Quando un governo non considera i fatti, ma è mosso soltanto dalla fede, non si tratta di democrazia ma di teocrazia. Quando .......

L'Unità e la pubblicità nascosta

di Marco Confalonieri e Athos Gualazzi

Da un quotidiano autorevole qual'è “L'Unità” non ci saremmo mai aspettati una pubblicità nascosta quale risulta l'articolo “Download illegale, emergenza italiana”. Inquadriamo innanzi tutto chi ha ispirato l'articolo : Univideo, si tratta di una associazione, autrice del D.d.L. Carlucci tanto per chiarire, sostanzialmente intermediaria, che dichiara sul suo sito di rappresentare :

“    Editori Audiovisivi – Imprese che acquisiscono o producono contenuti e opere audiovisive e ne curano la commercializzazione. •    Duplicatori/replicatori – Imprese che trasformano in supporti audiovisivi le materie prime e confezionano il prodotto finito. •    Imprese tecniche e di post-produzione – Imprese specializzate nella realizzazione dei semilavorati e dei contributi audio-video addizionali. In buona misura quindi un settore che la Rete, per la sua struttura, rende pressoché inutile, come sono ormai inutili le videoteche con le cassette in VHS. Si tratta di un settore che deve offrire, per sopravvivere, un valore aggiunto rispetto ai contenuti dell'opera, alla stregua di un editore di libri deve fornire una buona rilegatura, impaginazione ecc. e non solo il contenuto se vuole vendere. Siamo rimasti allibiti di fronte alla partigianeria con cui l'autore dell'articolo affronta la questione del cosiddetto "download illegale". Assicuriamo l'autore che non siamo preoccupati per il futuro dell'industria dell'intrattenimento in quanto è stato ampiamente dimostrato che il comparto è in costante aumento mentre alcuni settori risentono ampiamente dello spostamento dei consumatori in settori limitrofi, una prova per tutte il calo delle vendite di CD musicali a fronte di un incremento eccezionale delle suonerie.

1001 Piazze

Software Libero/Brunetta

Dopo gli articoli, sul quotidiano Gli Altri, che ci hanno visto dibattere con il Ministro Brunetta la validità di accordi che ha sottoscritto con Aziende private per la fornitura di software/hardware alla scuola, su iniziativa della Associazione ASSOLI numerosissime le adesioni ad una lettera aperta al Ministro.

Google bombing Wi-Fi & WiMax

A fine anno scade il decreto Pisanu, quel decreto che, a differenza del resto d'Europa, obbliga i fornitori di servizi internet, gli ISP, a registrare tutti gli accessi alla Rete, questo impedisce di fatto lo sviluppo delle reti Wi-Fi e WiMax ponendo la nostra Nazione, già gravata da notevole digital divide, ulteriormente in posizione di ulteriore arretratezza. Con lo scopo di far desistere dal reiterare il decreto Pisanu lanciamo un Google Bombing a tutta la Rete. Se avete la possibilità di inviare una pagina in rete parlate del Wi-Fi e inserite la riga

<a href="http://www.frontieredigitali.net/index.php/La_carta_dei_Cento_per_il_libero_Wi_Fi">Wi-Fi
e Wi-MAX</a>

nel codice sorgente, in questo modo chiunque cercherà sui motori di ricerca i tags di riferimento avrà l'indicazione alla "Carta dei cento per il libero Wi-Fi"


Fatal error: Unknown: Cannot find save handler mm in Unknown on line 0