giugno 2010

Dalle strade di Toronto in rivolta

Come dicono gli anglofoni, la cacca ha urtato il ventilatore.

Assemblea Permanente

dal 18 dicembre 2011 il Partito Pirata è in ASSEMBLEA PERMANENTE

 

Estratto dallo STATUTO del Partito Pirata

TITOLO III: PIRATI

Art. 4. Qualità di Pirata

Tutti i Pirati possono liberamente assumere le cariche sociali.

 

TITOLO VI - ORGANIZZAZIONE

SEZIONE I - ASSEMBLEA

Art. 17. Assemblea Permanente

Il Partito Pirata è costituito in Assemblea Permanente nella quale tutti i Pirati possono proporre, discutere, migliorare le proposte formulate e deliberare nel rispetto delle regole dello Statuto utilizzando una piattaforma tecnologica (di seguito “Piattaforma”).

L'Assemblea sceglie con Regolamento la Piattaforma da utilizzare per permettere il funzionamento dell'Assemblea Permanente e le opzioni di funzionamento della Piattaforma da adottare.

 

 

 

 

 

PRECEDENTE organo direttivo del Partito Pirata valido fino al 18-12-2011

Athos Gualazzi (ex presidente)

Alessandro Bottoni   (ex segretario)

ADDIO a

addio a piratbyran

di Paolo Brini

Si è sciolto il gruppo che ha cambiato per sempre Internet, il Piratbyrån, noto ai più per aver fondato The Pirate Bay. Un gruppo che in 7 anni ha elevato il livello della discussione sui monopoli intellettuali ed è stato fonte di ispirazione per innumerevoli organizzazioni di attivisti nel mondo. Tutti gli obiettivi del gruppo sono stati raggiunti e l’eredità del Piratbyrån è oggi più viva che mai.

CONTRO I TAGLI E I BAVAGLI ALLA CONOSCENZA E ALLA CULTURA NO AL DDL INTERCETTAZIONI NO AL SILENZIO DI STATO

censura Il 1° luglio 2010 a Roma, dalle ore 17, in piazza Navona

Una grande mobilitazione per dire no al disegno di legge Alfano, che
ostacola il lavoro di magistrati e giornalisti e rende i cittadini meno
sicuri e meno informati; per dire no ai tagli alla cultura italiana
previsti dalla manovra economica.
 

IL FILE-SHARING E' UN FURTO?

  • SI
  • NO

Wikileaks

logo wikileaksWikileaks è sia un sito web (raggiungibile alla URL http://wikileaks.org/ ) che una organizzazione internazionale (priva di una vera struttura formale), fondata nel 2006 da un vasto gruppo di dissidenti provenienti da Cina, Stati Uniti, Europa, Australia e Sudafrica. È diventata famosa ad inizio 2010 per aver diffuso uno scioccante filmato relativo alle “morti accidentali” provocate dagli americani in Iraq. In questo momento, Wikileaks custodisce e pubblica circa 1.200.000 (un milione e duecentomila) documenti riservati di varia provenienza, relativi alle malefatte di decine di governi sparsi nei cinque continenti. Per questa ragione viene considerato il più importante sito dissidente del pianeta.

LIBRO:WIKINOMICS

WIKINOMICS 2.0

«Nella storia del business le grandi imprese si sono sempre organizzate in base a una rigida struttura gerarchica, e ormai tutti i settori dell'economia sono dominati da degli oligopoli. Benché non si possa affermare che le gearchie stiano sparendo, una serie di profondi cambiamenti nella natura stessa della tecnologia, lo sviluppo demografico e l'economia globale stanno facendo emergere nuovi importanti modelli di produzione basati sulla collettività, la collaborazione e l'organizzazione autonoma in luogo della gerarchia e del controllo».
WIKINOMICS : «miliardi di individui interconnessi in grado di partecipare all'innovazione, alla creazione della ricchezza e allo sviluppo sociale attraverso modalità che un tempo potevamo sognare. E quando una massa così vasta di persone collabora collettivamente può far progredire le arti, la cultura, la scienza, l'educazione, il governo e l'economia in modi sorprendenti, ma in un ultima analisi anche redditizi». « Profondi cambiamenti strutturali e operativi che la grande impresa e la nostra economia stanno vivendo, cambiamenti basati su nuovi principi competitivi come l'apertura, il peer-ing, la condivisione e l'azione su scala globale. Realtà come Myspace, Youtube, Ohmynews, InnoCentive, il Progetto Genoma Umano: aziende e gente comune che interagiscono attraverso modalità nuove e creative per promuovere l'innovazione e il successo».

Don Tapscott: economista, insegnante all'Università di Toronto, scrittore di molti libri di riferimento per l'economia digitale

Anthony D. williams: insegnante alla London School of Economics

Un granello di sabbia può bloccare la macchina

Parlamento Europeo Spesso pensiamo, almeno io penso, di essere un granello di sabbia e quindi di essere inutile, di non poter contare, la mia opera vana e insignificante. Certamente presa singolarmente è così ma se la mia opera segue o è seguita da altri allora può essere determinante, è questo il caso di invitare tutti ad un piccolo sforzo.

DOCUMENTARY: L'INGANNO DI OBAMA

L'INGANNO DI OBAMA(THE OBAMA DECEPTION) ( documentario di Alex Jones)

Dove risiede veramente il potere nella società tecnocratica statunitense del XXI secolo? Alex Jones, conduttore radiofonico (di una radio sindacale) e giornalista investigativo, è convinto, come già lo era Abramo Lincoln («Street ha ucciso Main Street»), che le istituzioni democratiche siano dominate dagli interessi di un elité finanziaria, la stessa che ha prodotto il collasso finanziario dei giorni nostri. E' un fatto che la Federal Reserve, un cartello di banche private (di Federale ha solo il nome), ha il controllo sull'emissione di moneta; ed é storia che queste banche “salvarono” il Governo Federale dalla bancarotta durante la Grande Depressione. Ed é un fatto l'esistenza di varie associazioni pseudo-massoniche come Bohemian Grove, The Trilateral Commission, Skull & Bones (erano iscritti Bush jr.


Fatal error: Unknown: Cannot find save handler mm in Unknown on line 0