Elogio della pirateria

Copertina

Elogio della pirrateria è un libro che racconta diverse storie di pirati. Non nel senso convenzionale del termine, ma riferito a coloro che infrangono qualche legge. Sostenendo che non è sempre vero quello che ci hanno insegnato, cioè che la legge è giusta, e chi la infrange ha necessariamente torto. Bisogna ricordare che le leggi sono fatte da uomini, a volte con le migliori intenzioni, ma altre volte sono fatte sotto la pressione di alcune lobby di potere (per lo più ecnomico, ma conseguentemente politico).

I pirati a cui allude il libro, prendono solo alcuni tratti dei pirati di fama classica. E cioè la ribellione, la libertà, il volersi dare un proprio codice etico, a discapito delle leggi, quando queste non tutelano le parti deboli ma fanno il contrario.

La prefazione è di Paolo Attivissimo, un giornalista dalle brillanti inchieste in ambito informatico ma non solo. Le tesi sostenute sono: la libertà di espressione artistica, la libertà di diffusione e condivisione dell'informazione, la lotta contro i brevetti (sopratutto quando gli interessi economoci vengono anteposti alla vita umana) e tutto ciò che "convenzionalmente" sembra giusto o normale, ma con le dovute analisi ci fa venire qualche dubbio.
Tutte le tesi del libro sono ben documentate e argomentate. Inoltre per essere completamente daccordo con tutte le tesi sostenute, bisogna essere di vedute molto ampie.
Credo che questo libro, affiancato ad altri testi o comunque altre risorse di informazione, possono contribuire a creare una sana coscienza umanitaria, cosa di cui il mondo di oggi, e sopratutto le nuove generazioni, hanno bisogno.

Autore: Carlo Gubitosa
Prefazione: Paolo Attivissimo
Editore: Terre di mezzo

Il libro è su licenza creative commons ed è scaricabile qui qui

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.


Fatal error: Unknown: Cannot find save handler mm in Unknown on line 0