La polizia tedesca sequestra i server di Piraten Partei

Il 20 maggio 2011, la polizia tedesca  ha posto sotto sequestro un certo numero di server del Partito Pirata tedesco, che sono forniti dal provider AixIT a Offenbach, per un'azione investigativa, richiesta dalle autorita' francesi.
Le indagini pare non siano dirette contro il partito pirata, ma piuttosto verso utenti sconosciuti che utilizzavano
servizi IT (posta elettronica) e il contenuto di un cosiddetto Piratenpad, un sistema per aggirare eventuali blocchi nelle
comunicazioni in rete, utilizzato secondo gli investigatori per attaccare un server del gruppo francese EDF energia.

La portata e il danno per il Partito Pirata è enorme. "Due giorni prima delle elezioni di stato a Brema, la nostra homepage e gran parte della nostra infrastruttura di comunicazione e' paralizzata. L'azione è considerata uno scandalo assoluto", critica Sebastian Nerz presidente del Partito Pirata, e sottolinea che "il servizio dei server comprende circa 12.000 membri, paragonabile a una citta'di medie dimensioni. Il fatto che la struttura intera di informazione del più grande partito di opposizione extra-parlamentare sia costituita da servizi di rete, non puo' considerarsi un incidente isolato".

Su tale questione, il direttivo ha dichiarato:

Il direttivo del Partito Pirata della Germania sosterrà,  le autorità francesi nella loro indagine. L'accesso alla intera
infrastruttura tecnica è stata fornita, per quanto necessario. In tal modo, la ricerca mirata per set di dati specifici
dovrebbe essere stabilita. I risultati sono attesi con curiosità.
Il direttivo non dispone di informazioni che indicano la necessità di bloccare tutti i server del Partito Pirata. Secondo
le informazioni un singolo servizio pubblico su un solo server virtuale del partito è stato colpito. La disconnessione di
tutti i server è un'intrusione massiccia in infrastrutture di comunicazione del partito, il sesto più grande in Germania.
Considerando le elezioni statali che si svolgono a Brema tra due giorni, questo ha causato un grave danno politico, che il direttivo condanna con decisione.

In relazione alle indagini in corso, dovrà essere verificato se il mandato di perquisizione emesso è stato effettivamente
necessario, specialmente se il principio della proporzionalità è stata seguita. Dopo tutto, questa azione ha portato ad una ripartizione su vasta scala di infrastrutture tecniche del Partito Pirata tedesco. Dovrà inoltre essere verificato se
tutti i dati esaminati hanno una relazione con l'indagine francese.


Nerz Sebastian, Schlömer Bernd, Marina Weisband, Brosig Rene, Schumacher Wilm, Schrade Mattia, Thurmer Gefion
 


Fatal error: Unknown: Cannot find save handler mm in Unknown on line 0